Il post su Facebook riguardo la “Privacy delle Immagini”


Ciao a tutti cari lettori e lettrici del Dottore dei Computer, vi scrivo per aiutarmi a fermare l’invasione dell’inutile post sui permessi da non dare a Facebook per la pubblicazione delle proprie foto!
Lo so, alcuni potrebbero rimanerci male e l’ego rimanere affranto miseramente… ma a Facebook, o per meglio dire a mr. Mark Zuckerberg, dei post dove menzionate Facebook (non solo per delle foto… anche per un qualsiasi altro motivo) non gliene frega proprio nulla… ma proprio considerati zero!!!

Nel momento che utilizzate Facebook accettate un contratto (quando cliccate su “accetta” in fase di registrazione), se le regole non vi stanno bene e non volete che i vostri post\foto possano essere visti anche da terze parti… allora andate a questo indirizzo ed ELIMINATE il vostro Account Facebook.

I post che tantissimi amici stanno scrivendo nelle proprie bacheche sono utili come un semaforo spento (scusate il paragone pessimo ma non mi veniva in mente niente di meglio!).

Ecco un esempio dell’inutile post in questione:

“A partire dal 21 Febbraio, 2017 alle XX:XX ora italiana, non do a Facebook bufala-privacy-facebooko gli enti associati a Facebook il permesso di usare le mie immagini, informazioni o pubblicazioni, sia del passato e il futuro. Per questa dichiarazione, do avviso a Facebook che è severamente vietato divulgare, copiare, distribuire o prendere qualsiasi altra azione contro di me in base a questo profilo e / o il suo contenuto. Il contenuto di questo profilo sono informazioni private e riservate. La violazione della privacy può essere punita dalla legge ( e lo statuto di Roma). Nota: Facebook è ora un’entità pubblica. Tutti i membri devono pubblicare una nota come questa. Se preferisci, puoi copiare e incollare questa versione. Se non pubblichi una dichiarazione almeno una volta, stai tatticamente permettendo l’uso delle sue foto, così come le informazioni contenute negli aggiornamenti di stato di profilo. Non condividere. Devi copiare e incollare.”

Se mai un domani dovessero cambiare le regole di Facebook in merito alla privacy, state sicuri che la revoca delle autorizzazioni non si farà scrivendo un messaggio sulla bacheca.

Nel post presente in bacheca, si fa anche riferimento ad alcune leggi “UCC 1-308-1 1 308-103 e lo statuto di Roma” che non centrano assolutamente nulla, l’ UCC 1-308 riguarda codice Americano e lo statuto di Roma, copio e incollo da Wikipedia “Definisce i principi fondamentali, la giurisdizione, la composizione e le funzioni degli organi dell’organizzazione internazionale” quindi fanno riferimenti a cose del tutto estranee al messaggio copiato.

Gli unici termini che valgono per quello che riguarda Privacy, Sicurezza e compagnia bella, sono quelli contenuti nella pagina di Facebook chiamata “Dichiarazione dei diritti e delle responsabilità“.

Rimanendo in tema di Facebook, ti consiglio di dare un’occhiata a “Facebook e il video scioccante“.

Ciao dal Doc!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *