Pochezza umana: Generazione #LAVANDA

Prendo ampio spunto da questo articolo pubblicato su paulreiffer.com (un noto fotografo), quelle che vedete qua sotto in foto sono delle persone (tengo a precisare che non sono fotografi, bensì semplicemente dei maleducati) così ossessionate dai like che non si sono fatte alcuno scrupolo di mancare di rispetto e distruggere la terra stessa che tanto immortalano per guadagnare più “like” possibili sui loro profili social andando alla ricerca dello scatto perfetto di un campo di lavanda, il tutto superando una recinzione eretta dal contadino stesso per tenere lontano questi fotografi social della domenica.

fonte: https://www.paulreiffer.com/2019/07/photographers-instagrammers-stop-being-so-damn-selfish-and-disrespectful

Ecco cosa combinano questi simpatici amici immortalati che entrano di diritto nel gruppo “MI SERVONO LIKE ALTRIMENTI VANNO IN DEPRESSIONE” –>

– Le auto sono ovunque lungo il bordo della strada, bloccando il traffico.
– Vengono portati e posizionati nella terra privata del contadino degli armadi mobili dove le modelle di turno si fanno fare il servizio fotografico.
– Vengono portate scalette (ovviamente calpestando file di lavanda) per fare le foto più in alto possibile.
– Al termine del servizio la gente raccoglie (cioè ruba) i mazzi di lavanda del contadino, come ricordo del servizio fotografico appena (auto)prodotto.

Stufo dei continui “Instagrammer” che calpestavano il suo campo di lavanda (ricordo che servono mesi di lavoro per coltivarlo e un secondo per rovinare tutto), un agricoltore della Provenza Francese ha deciso di mettere questo avviso sull’albero… per la cronaca, non è servito a nulla. Si è continuato a fotografare e gironzolare per i campi come se nulla fosse.

Tutto questo nel nome del ME STESSO, una infinità di caricamenti dove l’egocentrismo si manifesta nella persona che si auto immortala, nel nome del #lavander : https://www.instagram.com/explore/tags/lavender/

Doc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Seguimi sui Social, troverai tanto altro materiale extra :-)