Monitor 4K, QHD e UHD. Quali differenze?

Ciao a tutti cari lettori e lettrici del Dottore dei Computer,

quando si parla di monitor “4K” c’è una grande confusione, vengono menzionati vari standard e spesso si fa un po’ di casino, ad esempio si utilizzano le voci 4K, QHD oppure UHD per descrivere la risoluzione di un televisore o di un monitor come fossero la stessa cosa. Non è così.

Nelle pubblicità e nei negozi, se ci fate caso, ci sono dei monitor pubblicizzati come 4K che hanno risoluzione del tutto diverse… si passa da una risoluzione 3840 × 2160 sino ad arrivare ad una 4096 × 2304 (se non oltre…).

Partiamo da una doverosa precisazione, il termine 4K deriva da 4 mila, questo è il numero di pixel, che può essere leggermente approssimativo, presenti in orizzontale sullo schermo. Quindi una cosa totalmente diversa dal passato, dove con 1080p si intendeva la risoluzione verticale (infatti il 1080p corrisponde a 1920 × 1080 pixel).

La risoluzione standard DCI 4K è di 4096 x 2160 pixel ed è rispettata, in maniera abbastanza regolare, dai produttori televisivi e della cinematografia.

La risoluzione DCI 4K non deve essere però confusa con quella presente nelle televisioni, ovvero il 4K ad altissima definizione UHDTV (detto anche UHD-1) che ha invece risoluzione 3840 x 2160.

I produttori creano grandi grattacapi tra i consumatori, in quanto pubblicizzano le TV ad altissima definizione UHDTV (quindi risoluzione 3840 x 2160) come UHD 4K, che a sua volta viene abbreviato 4K, che non ha nulla a che vedere con la risoluzione DCI 4K.

Se si fosse utilizzata la vecchia convenzione, i monitor 4K (scopri il colore visualizzato sul monitor) non si sarebbero chiamati così, bensì 2160p (che caratterizza i pixel in verticale tipica di questa risoluzione). Perché è stata fatta questa scelta?! Non so…

Come potete vedere da questa immagine presa da Wikipedia, il confronto con altre risoluzioni note non lascia spazio a compromessi, il 4K è decisamente più definito rispetto alle altre.monitor 4K

La confusione nasce proprio da questo, 4K si riferisce a quanti pixel ci sono lungo l’asse orizzontale, di fatto le aziende hanno però messo sull’asse verticale il numero di pixel che reputavano più performante e vantaggioso.

Il formato QHD non ha niente a che vedere con il 4K, il QHD ha risoluzione 2560 x 1440, il termine “quad” deriva dal fatto che è quattro volte lo standard HD 720p, è comunque nettamente inferiore al 4K.

Facendo un riepilogo generale, ecco quali sono le risoluzioni che si possono considerare 4K:

  • Full 4K –> risoluzione:  4096 × 2304 (rapporto 16/9).
  • DCI 4K –> risoluzione: 4096 x 2160  (utilizzato molto in ambito cinematografico).
  • UHDTV –> risoluzione 3840 x 2160 (utilizzato molto dalle TV).
  • CinemaScope 4K –> risoluzione: 4096 × 1714.
  • Widescreen 4K –> risoluzione: 3996 × 2160.

Spero di aver chiarito meglio questi dubbi sulle risoluzioni 4K.

Sempre in tema di monitor, scopri cosa significa il bollino TCO 03, presente tu tanti monitor

Ciao dal Doc!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 commenti su “Monitor 4K, QHD e UHD. Quali differenze?”