Aggiornare a Windows 10, farlo o no?

Ciao a tutti cari lettori e lettrici del Dottore dei Computer,

cerco di venire incontro a tutte le persone che hanno ricevuto la notifica nel proprio PC (con Windows 7 \ 8) dove viene richiesto di aggiornarlo gratuitamente a Windows 10 e non sanno che fare.

In sostanza, la finestra che compare è questa:
Aggiornare Windows 10

E’ DAVVERO GRATUITO?

Sì, se lo aggiorni entro il 29 Luglio 2016, tuttavia ci tengo a ricordarvi che NON è obbligatorio.

QUANDO E PERCHÉ FARE L’AGGIORNAMENTO

Se con il vostro attuale PC avete qualche problema o più semplicemente vi piace smanettare e avere sempre l’ultimo programma disponibile in commercio, potete considerare di fare l’aggiornamento. Però attenzione, se il vostro PC è datato, diciamo acquistato prima del 2010 (anche se capisco che bisogna valutare caso per caso, in base all’hardware presente in primis) vi consiglio di non fare l’aggiornamento, rischiereste di ritrovarvi il PC più rallentato che mai.

PERCHE’ NON FARE L’AGGIORNAMENTO

Se con il vostro PC con Windows 7 \ 8 (installa i service pack gratuiti di Windows) vi state trovando bene, tutto funziona e non avete mai avuto istinti di lanciarlo dalla finestra, NON aggiornatelo. L’unico inconveniente è che vi ritroviate con schede di rete, audio, etc etc. non funzionanti. Quindi passereste da una situazione dove tutto funziona ad una dove ci sono dei problemi… e la cosa non è bella.

Un altro aspetto da considerare è se il vostro PC è datato, diciamo in maniero SPANNOMETRICA, acquistato prima del 2010. In quel caso consiglio di non aggiornarlo. Andrebbe lento quanto un TIR trainato da un CAMMELLO (!?).

Un esempio di PC moltoooo datato che ha Windows 10. Ma grazie a Photoshop...
Questo PC moltoooo datato ha Windows 10. O forse è grazie a Photoshop???

VOLETE FARE L’AGGIORNAMENTO MA NON SAPETE QUANDO INIZIARE?

Vi consiglio di non farvi prendere dalla frenesia e attendere sino a NOVEMBRE \ DICEMBRE 2015 prima di fare l’aggiornamento, entro questo arco di tempo verranno risolti i problemi più gravi tipici di un sistema operativo appena commercializzato e andrete incontro a minori (si spera…) problematiche, ad esempio un aggiornamento per Windows 10 rilasciato nelle settimane scorse causava errori e riavvii inaspettati del computer.

Rispondendo ad un quesito che mi avete fatto sulla pagina Facebook del Dottore dei Computer, ricordo che i dati che avete sul DEKSTOP e nella cartella DOCUMENTI non vanno persi in seguito al passaggio a Windows 10.

…E SE INSTALLO WINDOWS 10 MA VOGLIO TORNARE INDIETRO?!

Dopo l’installazione di Windows 10 avete 1 mese di tempo per ritornare al tuo sistema operativo precedente (si dice “downgrade”). L’operazione è da fare esclusivamente se state avendo una crisi di nervi, in quanto non è detto che il downgrade sia indolore, potrebbero sorgere ulteriori problematiche. In questo video che ho realizzato vedrete come fare:


Una cosa importante, se utilizzate Windows Media Center, sappiate che con l’aggiornamento sparisce… inoltre Windows 10 non include un DVD Player, quindi dovrete installare un programma di terze parti, ad esempio VLC.

Parlando invece di Windows 7, scopri quando non sarà più sicuro.

Ciao dal Doc!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

35 commenti su “Aggiornare a Windows 10, farlo o no?”