Scegli il Giusto Alimentatore per il Tuo PC

Scegli il Giusto Alimentatore per il Tuo PC, tra i vari parametri che vedrai considerati: la potenza erogata, i consumi, l’efficienza e i costi.

Ciao a tutti cari lettori e lettrici! Intanto come sempre spero siate BELLI CARICHI. E per esserlo serve una CARICA ELETTRICA 🔌 che solo un alimentatore per Computer, componente fondamentale per il suo funzionamento perché senza quello non potrà dare alcun segno di vita, può darvi.

A COSA SERVE
Un alimentatore per funzionare necessita (ovviamente) dell’alimentazione elettrica alternata di casa \ azienda e il suo scopo è quella di convertirla in corrente continua per andare ad alimentare tutti i vari componenti (in primis per scheda grafica e processore, in seconda battuta per hard disk e RAM…) del PC stesso.

POTENZA EROGATA
Un parametro fondamentale per valutare un alimentatore è la sua potenza erogata, solitamente può andare dai 450W per un PC basilare da ufficio sino ai 750W per un Computer super-carrozzato per far funzionare i giochi più pesi.

UN ALIMENTATORE SOVRADIMENSIONATO CONSUMA DI PIU’?
Considerazione visti i sempre più elevati costi (😢) della corrente elettrica: se acquistate un alimentatore supponiamo da 700W invece che da 500W per un PC che ha componenti adatti alla sola navigazione per Internet, spenderete più soldi perché l’alimentatore di per sé costa di più; tuttavia ricordate che durante il normale utilizzo NON erogherà più corrente rispetto a quello da 500W, andando dritti al punto, il costo della bolletta elettrica sarà lo stesso.

QUANTO COSTA?
Un buon alimentatore ha un prezzo che oscilla dai 40€ ai 120€ (varia a seconda della potenza erogata e dalle caratteristiche). Ovviamente se ne possono trovare anche da 200€ o più per chi desidera realizzare un PC che spinge al massimo.

MARCHE TOP?
Personalmente con CORSAIR e Cooler Master mi sono sempre trovato bene e mi sento di segnalarvele (ovviamente esistono anche altre marche).

EFFICIENZA
Un altro aspetto da considerare per un alimentatore è la sua efficienza, ovvero quanta potenza viene dispersa, e quindi non utilizzata, tramite calore. Esempio pratico: Alimentatore da 400W, se ha una efficienza del 80% significa che assorbirà 480W dalla corrente di casa durante l’utilizzo.

COSA PUOI FARE PER OTTENERE MAGGIORE EFFICIENZA
Quando acquistate un alimentatore, verificate che abbia la certificazione “80 Plus” (se hanno di seguito alcune di queste diciture ancora meglio, le metto in sequenza: Bronze, Silver, Gold, Platinum, Titanium).

MODULARE O NON MODULARE?
Gli alimentatori non modulari hanno già tutti i cavi di alimentazione fissi collegati (non è quindi possibile rimuoverli) al contrario di quelli modulari che producono tra l’altro una minore dispersione di energia e possono essere più stabilizzati

DI CHE FORMA DEVE ESSERE?
Per essere inserite all’interno del case vanno ovviamente considerati i fattori di forma, i formati standard più comuni sono ATX, Mini-ATX e SFX. Ovviamente prima di procedere con l’acquisto dovete controllare il vostro case (il box esterno di metallo per intenderci!) del PC quale di questi formati supporta.

Sugli alimentatori si potrebbe dire ancora tanto di più, ho tenuto però a darvi alcune rapide e semplici nozioni che potrebbero essere di aiuto per un vostro prossimo acquisto!

Ciao dal Doc!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.